ZeroAirSoft Custom Works

GunMaker - RaceGun - GunSmith
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 KWC Luger P08, la prova della verità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
claus57
WarHammer
WarHammer
avatar

Messaggi : 1794
Data d'iscrizione : 17.06.12
Età : 60
Località : Veneto Orientale

MessaggioTitolo: KWC Luger P08, la prova della verità   15th Novembre 2014, 11:31 am

Rieccomi con la mia ultima spesa, approfittando dell’ottima offerta segnalata da quella vecchia canaglia di Bomberos, ho deciso di cambiare la mia Luger WE con la nuova KWC a CO2.
Ed eccola qua, scatola accattivante con qualche faccia attenta di conquistatore ariano recuperata da qualche numero di Signal

Il contenuto è il solito: 100 pallini, una chiave Hallen per stringere le capsule di CO2, libretto di istruzioni standard e in più un catalogo che mi ha fatto brillare gli occhi alla vista della C96 a CO2 con tiro automatico.

Questa è lei, non ci sono grandi differenze con la WE al punto che vien da chiedersi se non si siano passati gli stampi. La differenza più evidente sono le scritte al laser sui fianchi dall’eccezionale effetto lassativo… Mbuahahah!


Ma io mi chiedo: è chiaro che chi compra un oggetto del genere lo fa per passione, il più delle volte per collezionismo e chi lo produce costruisce una REPLICA.
Che piffero ci scrivi a fare in bianco fosforescente 6mm, KWC made in Taiwan… Ma almeno scrivilo in un tono scuro di grigio. Vabbè… 3 punti in meno per quanto riguarda il realismo!
Passiamo allo smontaggio da campo. Qui cominciamo a trovare le differenze rispetto alla WE.

WE ha un’unica molla appena più lunga dell’inner e piuttosto leggera, qui potete notare due molle di cui una lunghissima e una corta e dura che evidentemente funziona da schock absorber per adeguarsi alla maggior forza del CO2.
Non c’è nessun tipo di hop up, del resto non sono per niente convinto della bontà di quello presente sulla WE. Si tratta di una vitarella presente sul lato INFERIORE del blocchetto di sostegno della canna. Molti, come me, si chiederanno quale sia l’effetto di un dispositivo così concepito su un tiro lungo visto che normalmente l’hop up si utilizza per ritardare la caduta del pallino dovuta alla gravità e se si esagera con la regolazione il pallino si impenna.
Non ho mai provato a fare esperimenti con la WE ma non ho dubbi che, come per le scritte al laser della KWC, l’effetto non può che essere lassativo con una caduta anticipata ed esaltata del tiro.
Del resto, come si è detto in altre discussioni, nel range di utilizzo di una pistola a gas (8-10 m) l’effetto del’hop up è irrilevante al punto che A Surgeon (mica gli ultimi arrivati) ha cominciato a produrre canne e gommini senza HU.
Alla prova pratica tutto funziona regolarmente: scatto morbido, un bel rumore forte basso e una bella sensazione di rinculo. Forse quello della WE è più secco anche se è a gas in conseguenza della molla più corta e morbida.
Smontando di nuovo il giocattolo la sorpresa: il BB è praticamente inchiodato. Si muove sì… ma a dir poco a fatica.
Ovviamente la scimmia prende il sopravvento e devo vederci chiaro approfondendo lo smontaggio, compito che si è rivelato un po’ più ostico del previsto (per non parlare poi del rimontaggio).
Il sistema di BB è molto diverso da quello delle Hi Capa e simili, molto più vicino a quello che si trova nei fucili automatici. E’ il BB stesso che funge da pistone e incorpora la testa dotata di oring. Il BB scorre all’interno di un cilindro e la molla di recupero è interna e coassiale a cilindro e pistone bloccata al cilindro da una vitina di ottone e al BB da una spina passante orizzontale.
Spero che le foto chiariscano il concetto.




Per riuscire ad estrarre il BB bisogna togliere la spina passante orizzontale che lo vincola alla molla interna, azione che si rivelerà poi difficile da operare al contrario.
Una volta estratto il BB risulta chiaro che è stato montato un oring traslucido troppo grosso che non riesce a scorrere nel cilindro.
Ho trovato in una di quelle confezioni cinesi con un sacco di oring qualcosa di più scorrevole anche se non perfetto e poi son passato ad adattare il cilindro tolgliendo fra l’altro i residui di vernice presenti all’interno.
Prima lavoro con pietra abrasiva, poi lucidatura con pasta da carrozzeria facendo pippe al tutto alè finchè il sistema ha cominciato a muoversi decentemente (comunque non come vorrei).

Passiamo al rimontaggio, il problema fondamentale è dovuto alla molla di recupero del BB che a riposo non arriva ad essere fermata dalla spina.
Pensa che ti ripensa ho costruito (si fa per dire) un attrezzino per allungare la molla in sede.

Come vedete si tratta di un semplice pezzetto di filo di ferro piegato appena in cima e sul quale con una limetta ho praticato una piccola incisione che serve per agganciare l’asola della molla.
L’attrezzino andrà infilato nella molla e il tutto prima nel cilindro e poi nel BB in modo da far allineare l’asola con la spina. Una volta che la spina aggancia l’asola si ritira il filo di ferro e il gioco è fatto… più complicato da scrivere che da fare.


Torniamo in campo.
Non mi sembra ci siano grandi differenze, forse una sensazione di movimento più morbido… ma le sensazioni restano tali se non possono essere misurate.
Parlando di misure il cronografo dice (peccato non averla cronografata prima dei lavori sul BB) di una media attorno ai 100 ms con i 0,25.
Quindi qualcosa di più di 1 J, siamo sul 1,1-1,2 a volte 1,3.
La lattina di Coca a 8 m fatica a bucarsi… non parliamo poi di fori di uscita.
Cosumi: altro particolare lassativo, tre caricatori e mezzo con il terzo in calo di potenza.
Per concludere una rosata a 8m a due mani

Vabbè, la WE sparava in basso a SX , questa in alto a SX… la tendenza laterale potrebbe pure dipendere da me, l’alto e il basso no!
Quindi (come del resto l’originale real steel) pistola decisamente non di precisione anche a causa del sistema di mira rudimentale e non regolabile.
Insomma, che dire… niente di nuovo sul fronte occidentale, bell’oggettino da collezione ma a questo punto direi che è preferibile la WE che non ha le malefiche scritte bianche e funziona con un gas decisamente meno costoso.
Una domanda sorge spontanea: ma dov’è finita tutta la potenza del CO2? Dico io consumasse poco… ma poco più di 1 J per 40 pallini ?
Tutta la potenza per il movimento del carrello? Assorbita dalle grandi molle? Mah, forse si potrebbe lavoraci su per passare più gas al pallino.
Sarebbe bello avere per le mani una 4,5 per confrontare le meccanica.
In conclusione (secondo me) direi che il discorso può essere valido se la si compra in cal. 4,5 che almeno ci ammazzi le bottiglie! Mbuahahahah!
Tornare in alto Andare in basso
bomberos
Gunsmith
Gunsmith
avatar

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 02.10.13
Età : 60
Località : Ferrara

MessaggioTitolo: Re: KWC Luger P08, la prova della verità   15th Novembre 2014, 1:26 pm

Grande Claus....
bellissimo tour..fin dentro alle budella di questa replica !!

Interessanti soluzioni tecniche..e interessanti mod by Claus.
In effetti le scritte bianche sono un pugno in un occhio..tantopiù che, vista l'anzianità del progetto, non credo avrebbero rischiato una causa legale marchiando il tutto con scritte realistiche.

L'autonomia non è certo accelsa...ma la vedo in linea con altri prodotti della stessa casa..infatti la mia Tanfoglio Limited difficilmente terminava il 4° caricatore da 17....e sempre con 1,2/1,3 joule.

Unica cosa è vedere l'affidabilità in confronto alla WE di cui non ho letto pareri lusinghieri....
...ma questo potrai dircelo tu visto che hai la possibilità del confronto.

Comunque la trovo una bella replica che esprime un grande e glorioso fascino yes master

....come già scritto..l'avevo puntata e...mi hai battuto sul tempo...perchè ero indeciso su altri progetti...ma prima o poi...... geek



Tornare in alto Andare in basso
 
KWC Luger P08, la prova della verità
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ig Radical OS
» Sonny vs Motombo: l'ora della verità.
» CUSTOM HEAD YOUTEK IG SPEED LITE
» cooper discoverer at3
» FLSTC HERITAGE SOFTAIL CLASSIC 2011: DA SOGNO A REALTA'

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ZeroAirSoft Custom Works :: Video e Foto Gallery-Prodottii-Prove e Test-Luoghi :: Pistole e Fucili - Guns and Rifles -
Andare verso: